LICEO
CLASSICO LINGUISTICO
SCIPIONE MAFFEI
Verona
Medaglia d'oro ai Benemeriti
della Scuola, della Cultura, dell'Arte
"Educare alla cultura e alla civiltà significava – e significa ancora..."

In allegato la Circolare n.11

 

Alle Studentesse e agli Studenti

Alle Docenti e ai Docenti

A tutto il Personale ATA

Alle Collaboratrici e ai Collaboratori scolastici

Alla Direttrice Servizi Generali Amministrativi

  L’anno scolastico che ci attende si apre all’insegna di quanto da tempo auspicavamo: la conclusione dei lavori di messa a norma ci consente, infatti, di riunificare finalmente le classi del Triennio liceale classico e linguistico nelle aule della Sede centrale rinnovata, riappropriandoci pienamente di spazi che sono tutt’uno con la storia e l’identità della nostra scuola. Non tutto è ancora pronto, rimangono aule speciali da riallestire e locali didattici e di studio da riordinare, ma abbiamo progetti, e sogni, che ci auguriamo possano nei prossimi mesi trovare corso.

  Chiedo, tuttavia, fin d’ora comprensione a Studenti e Studentesse, Docenti, Genitori, Personale ATA del Liceo se la mia presenza, le mie energie, la mia disponibilità non potranno essere come vorrei, dovendosi misurare anche con le necessità dell’Istituto Comprensivo di cui mi è stata attribuita la reggenza dal 1° settembre.

Ringrazio tutte e tutti voi per la collaborazione di cui sicuramente avrò necessità e che, ne sono certo, non mi verrà meno.

  Ma l’anno scolastico ora chiama e vorrei ci accompagnassimo all’avvio con le parole di un libro di qualche anno fa che mi è ricapitato tra le mani in queste giornate:

“Educare i giovani ricorrendo alla minaccia può rivelarsi molto pericoloso.
Dire ad esempio: ‘Se non lavori e non ubbidisci, è probabile che domani la tua vita sarà un disastro’, è pericoloso proprio perché non si può mai sapere in quale momento la minaccia del disastro si trasformi in promessa di disastro […]
Solo un mondo di desiderio, di pensiero e di creazione è in grado di sviluppare dei legami e di comporre la vita in modo da produrre qualcosa di diverso dal disastro […].
La grande sfida lanciata alla nostra civiltà è quindi quella di promuovere spazi e forme di socializzazione animati dal desiderio, pratiche concrete che riescano ad avere la meglio sugli appetiti individualistici e sulle minacce che ne derivano.
Educare alla cultura e alla civiltà significava – e significa ancora – creare legami sociali e legami di pensiero”

(Miguel Benasayag, Gérard Schmidt, L’epoca delle passioni tristi).

 Buon Anno Scolastico!

  Il Dirigente Scolastico

  Roberto Fattore

 


Pubblicata il 11 settembre 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.