LICEO
CLASSICO LINGUISTICO
SCIPIONE MAFFEI
Verona
Medaglia d'oro ai Benemeriti
della Scuola, della Cultura, dell'Arte
Il poeta Nicola Dal Falco incontra gli Studenti del Liceo Maffei

Il poeta Nicola Dal Falco incontra gli Studenti

Mercoledì 4 ottobre le classi 2AL 2BL 2CL dalle 9.50 alle 11.55 - Succursale Cangrande.

Giovedì 5 ottobre 5A, 5F dalle 8.00 alle 9.50 - Via Venier

L'autore Nicola Dal Falco e il prefatore Luca Bragaja presentano letture dal libro di poesie La dama alla fontana, che narra il mito della fata Melusina. 

Mito francese e cortese, ma che affonda le radici nell’archetipo della Grande Madre, nell’incontro tra fato e fortuna. 

La sorte di Raimondino di Rousset può cambiare e cambia fin quando lui rispetti il patto con la Dama che lo ha atteso nel bosco. 

Melusina, alias Eurinome, Artemide, Atena, è - come dice lo storico Jacques Le Goff - una fata costruttrice e dissodatrice. Ma è anche una faccia dell’eterno femminino che abita il mondo interiore di uomini e donne.

Dalla prefazione Una dura compassione di Luca Bragaja:

Entriamo in un bosco. I rami paiono penetrare l'azzurro del cielo, per unire il cielo alla terra, o forse per tenere il cielo infinitamente lontano. Come le radici degli alberi affondano nella terra, così anche la luce che scende nel bosco in cui si avvolge la nostra strada ha radici invisibili nel cielo. Parvenze, ombre, antiche figure che crediamo di riconoscere (Pan, Dafne, Diana? Un volto amato?), aeree e insieme catafratte nel loro mistero balenano nel folto...

Nicola Dal Falco, nato a Roma nel 1957, vive a Lucca. A lungo ha scritto di viaggi, tra l’Europa dell’Est e il Sahara. Ha pubblicato poesie e racconti, collaborando con piccoli editori d’arte. Un suo saggio sulle Sirene compare nella collana Indoasiatica, edita da Venetian Academy of Indian Studies. 
Per Conoscenza Religiosa, la rivista fondata da Elémire Zolla e diretta, in una nuova serie, da Grazia Marchianò, ha pubblicato Sopra il ruscello e La cetra di Orfeo.
Con la germanista Ulrike Kindl si è occupato della rilettura e riscrittura dei miti ladini delle Dolomiti, pubblicando una trilogia, Miti Ladini delle Dolomiti (Ey de Net e Dolasíla; Le Signore del tempo; Enrosadira) edita da Palombi Editori in collaborazione con l’Istitut Ladin Micurà de Rü.
Insieme a Marco Forni, scrittore e lessicografo, ha scritto Storie di parole - Cuntedes de paroles, un corrispondenza basata sull’analisi di trentatré lemmi italiani e ladini. 
Sue plaquette e altre edizioni sono conservate alla British Library, alla Fondazione Ragghianti e alla Biblioteca Nazionale (Lucca) alla Biblioteca del Mart (Rovereto) alla Biblioteca di Palazzo Sormani (Milano), alla Biblioteca Panizzi (Reggio Emilia) alla Biblioteca Civica (Verona) alla Biblioteca dell’Istitut Ladin Micurà de Rü (San Martin de Tor).
Ha vinto il Premio Montale Fuori di Casa 2016, sezione poesia di viaggio.

Pubblicata il 03 ottobre 2017

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.